Quando sostituire il materasso?

Quando sostituire il materasso?

Quali sono i segnali che dovrebbero convincerti a cambiare il materasso? Ecco una serie di fattori da valutare per capire quando è arrivato il momento di acquistarne uno nuovo.

Ti svegli con dolori alla schiena

Il riposo notturno è fondamentale per la salute di corpo e mente, diversi studi hanno evidenziato che problemi legati alla sonnolenza diurna, che causano assenze o problemi sul lavoro, oppure che interferiscono con le normali attività quotidiane, sono spesso legate all’uso di un materasso vecchio o di pessima qualità. 

Quando il mal di schiena si avverte anche al risveglio, con buona probabilità il materasso non sta supportando adeguatamente la colonna vertebrale. Un materasso non adeguato può contribuire al mal di schiena cronico.

La tecnologia viene incontro a chi soffre di problemi di schiena ricorrenti con il materasso ibrido, un presidio che consente di ottenere un supporto ergonomico per schiena e articolazioni grazie a una struttura che comprende al suo interno strati di memory foam a diversa consistenza e strati di molle ortopediche.

Si sono formati affossamenti sul materasso

Un affossamento che segue la forma del corpo è un segnale importante di usura del materasso. Questo processo di deterioramento può verificarsi con quasi tutti i materiali e si nota sulla superficie e lungo i bordi del materasso. I modelli più inclini a questa problematica sono i modelli a molle.

Anche i modelli in memory foam e lattice si deteriorano nel tempo provocando abbassamenti più o meno profondi. Gli affossamenti del materasso provocano dolori articolari e del rachide.

Se ingrassi o dimagrisci

Coloro che subiscono un forte aumento di peso potrebbero ritrovarsi con un materasso dalle caratteristiche non più adeguate. Poniamo il caso che una persona pesi 70 kg, potrebbe trovarsi bene con un materasso mediamente cedevole, mentre aumentando il peso a 95 kg lo stesso potrebbe non supportare più adeguatamente il corpo appesantito.

Quando il peso supera i 110 kg è consigliabile acquistare un materasso per obesi.

La colonna vertebrale non è ben allineata

Poco importa il materasso è stato acquistato da poco tempo, se non offre supporto adeguato a rachide cervicale, dorsale e lombare e articolazioni deve essere sostituito. Quando dormiamo di lato la curva a S del corpo dovrebbe essere ben supportata dal materasso. Quando questa curva è appiattita o eccessiva, significa che il materasso non sta allineando correttamente la colonna vertebrale.

Quando si dorme lateralmente la colonna vertebrale dovrebbe essere dritta dal collo verso il basso, in caso di supporto adeguato. Un buon cuscino può correggere piccoli problemi, ma se è possibile far scivolare una mano nello spazio tra il corpo e il materasso, questo è un chiaro segnale che bisogna passare ad un modello nuovo.

Il materasso è diventato scomodo

Molte persone si adattano a dormire su un materasso pur sapendo che è scomodo. Quando si riposa meglio sul materasso di un hotel o in quello di un amico, allora il letto di casa potrebbe non essere quello giusto.

La parte superiore del materasso è composta da strati che dovrebbero sostenere il corpo e fornire un sollievo dalla pressione. Gli strati di comfort si rovinano nel tempo, provocando dolori muscolari, ma in alcuni casi, la scelta del materasso potrebbe essere stata errata fin dall’inizio e ciò richiede la necessaria sostituzione.

Allergie e asma stanno peggiorando

Quando non è la stagione delle allergie e in mancanza di spiegazioni alternative che giustificano un aumento dei sintomi asma, allora la causa potrebbe essere proprio il materasso.

Gli acari della polvere accumulati nel materasso possono causare reazioni allergiche e attacchi di asma. L’aspirazione, la pulizia con vapore e il ribaltamento del materasso potrebbero ridurre la polvere e gli acari. Quando la profonda pulizia non aiuta un nuovo materasso potrebbe essere la soluzione contro l’allergia o l’asma.

Il materasso è vecchio

I materassi di buona qualità hanno una durata di circa 8 anni, ma il dato varia a seconda del produttore, del tipo di materasso, se si riposa da soli o con un partner e dalla maniera in cui si dorme. Ad esempio una persona adulta in sovrappeso, probabilmente, farà invecchiare il materasso più rapidamente di quanto suggeriscano le raccomandazioni del produttore.

Un materasso anche se di alta qualità non è progettato per durare per sempre, ogni modello ha un ciclo di vita massimo, alla fine del quale dovranno essere sostituiti con un modello appropriato alle nostre condizioni di salute.