Migliori materassi per bambini

La classifica aggiornata dei migliori materassi per bambini e ragazzi realizzata in collaborazione con il fisioterapista e osteopata dottor Pierpaolo Cameli. Nella guida trovi anche la guida alla scelta del materasso più idoneo alla schiena, in fase evolutiva, dei bambini.

migliori materassi per bambini

Classifica e recensioni migliori materassi per bambini

Qual è il miglior materasso per bambini? Il primo fattore da prendere in considerazione è l’età. In questa guida vi parlo di come sceglierne dimensioni, rigidità, materiali e tipologie in base all’età, partendo dai neonati fino ai ragazzini.

Switch

La principale caratteristica che lo rende diverso da tutti gli altri materassi per bambini è la capacità di seguirne la crescita. Sebbene venga realizzato con misure standard, grazie all’aggiunta di soluzioni tecniche innovative offre un supporto personalizzabile e adatto per bambini dai 3 fino ai 16 anni di età, quindi durante tutta la fase dello sviluppo fino all’adolescenza.

Test e recensione materasso switch

Cosa mi è piaciuto

  • Girandolo e ruotandolo si adatta alla crescita del bambino dai 3 ai 16 anni
  • Garantisce un ottimo sostegno per la schiena durante tutto il periodo della crescita
  • Non scalda
  • Non produce odori chimici
  • Rivestimento in cotone sfoderabile e lavabile in lavatrice
  • Le lastre in memory sono incollate con colla ad acqua priva di solventi
  • Dispositivo medico di classe 1 fiscalmente detraibile
  • Gode delle certificazioni OEKO-TEX STANDARD 100, CertiPur, Ergocert
  • Tutti i materiali impiegati sono di ottima qualità
  • Fattura artigianale
  • Lunga durata
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • 10 anni di garanzia
  • 101 notti di prova

Cosa non mi è piaciuto

  • Non ho riscontrato criticità

Leggi la recensione completa

Vai al produttore

Kipli in lattice naturale

Il materasso per bambini di Kipli è un prodotto espressamente progettato per consentire un riposo sano e confortevole ai bambini, sfruttando le proprietà del lattice 100% naturale e assicurando la totale assenza di sostanze chimiche nocive per la salute.

Recensione materasso per bambini piccoli Kipli

Cosa mi è piaciuto

  • Il più certificato per qualità dei materiali e processo di produzione
  • Nè troppo rigido nè troppo morbido
  • Garantisce un ottimo sostegno per la schiena
  • Lastra in lattice biologico certificato
  • Rivestimento in cotone biologico certificato
  • Non scalda
  • Non produce odori chimici
  • Fattura artigianale
  • Prodotto realmente ecologico
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Essendo certificato come dispositivo medico è deducibile dalle tasse

Cosa non mi è piaciuto

  • Non ho riscontrato criticità

Leggi la recensione completa

Vai al produttore

Come scegliere un materasso per bambino

Come scegliere un materasso per bambino

Sappiamo bene come la qualità del sonno incida sul generale benessere psicofisico di una persona. Una regola a cui non si sottraggono i bambini che ottengono notevoli giovamenti da notti trascorse serenamente.

Corrette abitudini di riposo risultano fondamentali per rafforzare il sistema immunitario e favorire un sano sviluppo fisico. Inoltre, un sonno ristoratore influisce in maniera positiva sul comportamento e migliora il livello di attenzione e la capacità di concentrazione. Ecco perché è quantomai importante scegliere un giusto materasso per bambini.

Che dimensioni dovrebbe avere un materasso per bambini?

Dimensioni materassi per bambini

La scelta delle dimensioni è condizionata da diversi aspetti e tra questi il più rilevante è il fattore di crescita. Ciò comporta l’iniziale acquisto di materassini per culle e lettini, passando poi a modelli adatti al letto che accoglierà il bambino dai 3 anni fino all’adolescenza. Inoltre, dobbiamo considerare la grandezza della camera da letto e la spesa da sostenere se intendiamo sostituire periodicamente il materasso in base a età, peso e altezza del bambino.

In linea di massima, una volta passata la fase del lettino si può già scegliere un materasso standard con misure a partire da 80 x 190 centimetri. Il mio consiglio è evitare l’acquisto di modelli più piccoli che risulterebbero soluzioni temporanee visto che il bambino crescerà piuttosto in fretta. Avendo a disposizione stanze spaziose possiamo sfruttare un letto di maggiori dimensioni e un materasso, per esempio, ad una piazza e mezza che consentirà al bambino di muoversi liberamente senza costrizioni e assumere le posizioni che ritiene più comode.

Meglio un materasso morbido o rigido?

materasso per bambini rigido o morbido?

Anche per tale argomento è necessario fare alcune considerazioni. Se il materasso deve accogliere un neonato è opportuno che sia piuttosto rigido. In questo modo riuscirà a sorreggere adeguatamente il bimbo, il cui tono muscolare è ancora molto ridotto. Un supporto duro evita al piccolo di assumere posizioni scorrette che potrebbero influire negativamente sullo sviluppo fisico.

A differenza di noi adulti che spesso siamo alle prese con fastidiosi dolori a schiena e cervicale, i bambini per loro fortuna sono ancora immuni da tali disturbi. Pertanto potrebbero dormire tranquillamente anche su supporti molto morbidi.

Tuttavia, il mio suggerimento è abituare il bambino, già in giovane età, a riposare sopra un materasso con grado di rigidità medio. Così facendo evitiamo pericolose incurvature della colonna vertebrale e al corpo di sprofondare progressivamente all’aumentare del peso.

Qual è il materiale migliore?

Miglior materiale per materasso bambini

In commercio abbiamo solo l’imbarazzo della scelta tra modelli a molle insacchettate indipendenti, memory foam, lattice e ibridi che uniscono diverse tecnologie. Ciò nonostante, per un bambino può essere più che sufficiente un tradizionale materasso ortopedico a molle, senza dover perdere tempo alla ricerca di soluzioni super avanzate.

Spesso finiamo con l’acquistare costosi modelli in schiuma viscoelastica o materiali di ultima generazione, nonché realizzati con innovative tecniche costruttive. Non dobbiamo dimenticare che tali prodotti sono, il più delle volte, appositamente studiati per soddisfare specifiche esigenze di persone adulte e di conseguenza potrebbero risultare inadatti o comunque sprecati per un bambino.

Ad esempio, ha poco senso scegliere un supporto con zone a portanza differenziata poiché il corpo, crescendo, varia rapidamente dimensioni e peso. Il discorso cambia completamente quando il ragazzo ha raggiunto un’età attorno ai 15 anni, avendo ormai esigenze simili a quelle di un adulto.

Un normale materasso a molle fornisce un supporto di adeguata rigidità per consentire un comodo riposo e nel contempo assicurare una durata di diversi anni. Il tutto senza sottovalutare un costo nettamente inferiore a modelli con molleggi indipendenti, in lattice o memory foam. Semmai dobbiamo prestare maggior attenzione alla qualità del rivestimento che dev’essere in tessuto anallergico, sfoderabile e lavabile ad alte temperature.

Supervisione medica della guida

Questo articolo è stato realizzato sotto la supervisione del dottor Pierpaolo Cameli, specializzato in Fisioterapia e Osteopatia riabilitativa.

Dottor Pierpaolo Cameli, consulente medico del sito web