in

Migliori Materassi in Memory Foam

Classifica e recensioni dei migliori materassi in memory foam selezionati per ergonomia, comfort, materiali, densità, altezza, prezzo e marca.

Miglior materasso in memory foam

INDICE
1. Classifica migliori materassi in memory foam
1.1 Pale Technoairfresh
1.2 Emma Original
1.3 Como
1.4 Morfeo Angelo della notte
1.5 Roma
2. Come scegliere un materasso in memory foam
2.1 Caratteristiche del memory foam
2.2 Tipologie di memory foam
2.3 Densità e spessore del memory foam
2.4 Memory foam ipoallergenico
2.5 Memory foam e postura assunta durante il sonno
2.6 Dimensioni dei materassi in memory foam
2.7 Rete per materassi in memory foam
2.8 Altri consigli per una scelta oculata
2.9 Quanto costa un materasso in memory foam?
3. Opinioni di chi ha provato un materasso memory foam
3.1 Manutenzione del materasso in memory foam

Classifica migliori materassi in memory foam

Se durante l’estate soffri particolarmente il caldo ti consiglio di scegliere un materasso in memory gel.

Pale Technoairfresh

Materasso “Pale TECHNOAIRFRESH®” a Molle insacchettate e innovativo TECHNOAIRFRESH® – sfoderabile | Altezza materasso 26cm – Altezza TECHNOAIRFRESH® 6cm – Livello di rigidità 6/10

Pale è un materasso con 9 zone differenziate, realizzato con schiuma Technoairfresh e composto da 2000 micromolle insacchettate singolarmente. Il tutto è rivestito dal tessuto Thermo Sensitive sfoderabile, lavabile in lavatrice e alto 1 cm.

Questo modello ,con un livello di rigidità medio, è stato quindi progettato per assicurare elevata traspirabilità, oltre che il necessario sostegno posturale fino a 180 kg a persona.

Bisogna segnalare che la schiuma Technoairfresh, grazie alla struttura cellulare aperta, non scalda durante il riposo e offre al contempo una piacevole sensazione di freschezza. Considerate le elevate proprietà termoregolanti di questo materiale, Pale viene consigliato non solo a chi soffre particolarmente l’afa estiva, ma è anche adatto anche per la stagione invernale.

Anallergico, antibatterico e antiacaro, questo materasso alto complessivamente 26 cm è realizzato in Italia. Venduto assieme alla garanzia di 20 anni, è anche un “Presidio Medico Classe 1”, per cui consente la detrazione d’imposta secondo la normativa fiscale vigente. Rappresenta una buona scelta in caso di patologie come mal di schiena, crampi e problemi di circolazione sanguigna.

Vai al produttore

 

Emma Original

Per questa recensione ho testato il modello matrimoniale in formato 160 x 190 cm inviatomi dall’azienda tedesca Emma, ovviamente sono disponibili tutte le misure standard per materassi singoli e matrimoniali.

Il rivestimento esterno è composto da una federa divisa in due parti, la parte superiore bianca è costituita da 2% elastan e 98% poliestere. Questo materiale elastico dovrebbe garantire maggior freschezza durante il sonno.

Materasso Emma Original

La parte inferiore, grigia, è costituita per il 100% da poliestere. Sono presenti anche elementi antiscivolo sul lato inferiore per garantire una maggiore stabilità.

Il rivestimento, in quanto sfoderabile, è lavabile in lavatrice ad una temperatura massima di 60 °C. Esternamente sono cucite 4 maniglie, per aiutare a ribaltarlo e a trasportarlo.

Altrettanto interessante la composizione interna, in cui si alternano tre strati diversi atti a sostenere il peso del corpo. Lo strato superiore, di 4 cm, è realizzato con una schiuma formata dal 50% di aria, denominata Airgocell, un materiale dalle alte qualità traspiranti.

Lo strato intermedio è costituito da una lastra di 4 cm in memory foam, una schiuma viscoelastica che aiuta a migliorare la distribuzione della pressione esercitata dal corpo. Avrei preferito uno spessore maggiore, ma è comunque adeguato al prezzo del prodotto.

Materasso Emma

Lo strato inferiore è costituito da una lastra di 17 cm di schiuma a freddo poliuretanica denominata HRX, anallergica e con 7 zone di portanza differenziata, cioè aree con rigidità diversificate atte a consentire al materasso di esercitare una contropressione adeguata ad ogni parte del corpo.

dispositivo medico classe 1Il materasso gode della certificazione Oeko-Tex 100 e soprattuto ha ricevuto la certificazione come dispositivo medico di classe 1, consentendo a chi ne ha diritto di poterlo detrarre fiscalmente in ragione del 19%.

Questo materasso ha un grado di rigidità medio e può supportare fino a 130 kg per piazza, grazie alla struttura interna e allo spessore di 25cm.  Sicuramente per quello che è il prodotto testato il rapporto qualità/prezzo potrebbe essere migliorato, ma garantisce comunque doti di ergonomicità utili a persone sofferenti di mal di schiena non legato a patologie specifiche del rachide lombare.

In base ai test d’uso che ho condotto sul materasso inviatomi dall’azienda, consiglio questo prodotto a persone dalla corporatura media che preferiscono un supporto avvolgente e confortevole.

Vai al PRODUTTORE

 

Como

Materasso como termico

Realizzato in memory a 7 zone differenziate, il materasso Como a portanza media è composto da 3 strati che assicurano il dovuto sostegno alla colonna vertebrale e un buon livello di comfort complessivo.

In particolare, lo strato ondulato di 5 cm “I-FO@M THERMO”, formato da microsfere denominate “Phase Changing Material” (PCM), è in grado di termoregolare le zone che entrano in contatto con il corpo, così da creare un microclima ideale.

Chi dorme su questo materasso potrà quindi mantenere costante la temperatura corporea anche in estate e durante i mesi in cui il clima è particolarmente rigido. Il sonno sarà in definitiva sempre benefico e rilassante.

Como, che presenta uno spessore complessivo di 22 cm, è anche un materasso anallergico, antibatterico e antiacaro, privo di sostanze nocive per la salute. Inoltre è certificato come “Presidio medico classe 1″, per cui l’acquisto può essere detratto fiscalmente in sede di Dichiarazione dei Redditi.

Rivestito in tessuto tecnico sfoderabile con fascia laterale traspirante, questo modello è anche provvisto di maniglie laterali per un agevole trasporto, viene prodotto interamente in Italia con materie prime ecologiche e venduto assieme alla garanzia di 20 anni.

Disponibile in varie misure, viene consigliato a persone con un peso non superiore a 130 kg, oltre che in caso di sciatalgia, mal di schiena e lombalgia.

Vai al produttore

 

Morfeo Angelo della notte

Morfeo Angelo delle notte

Morfeo Angelo della notte è un materasso spesso complessivamente 26,5 cm, con rigidità alta e composto da tre diversi strati per offrire non solo un buon sostegno posturale, ma anche comfort e traspirabilità.

Nello specifico, la lastra superficiale da 1 cm è in memory gel con rivestimento losangato  che mantiene costante la temperatura, così da assicurare una piacevole sensazione di freschezza soprattutto in caso di clima caldo e secco.

Lo strato interno, a 9 zone differenziate, è alto 6,5 cm e realizzato interamente in memory foam a struttura cellulare aperta che risponde bene alle esigenze fisiologiche diversificate.

Nella parte inferiore, infine, si trova una lastra in poliuretano, con uno spessore di 18 centimetri, altamente flessibile e resistente, che consente il ricambio d’aria e la dispersione dell’umidità durante il riposo. Il rivestimento esterno sfoderabile è in tessuto tecnico altamente traspirante e 100% anallergico.

Disponibile in differenti misure, Morfeo Angelo della notte è prodotto in Italia e viene consigliato fino a 130 kg per persona. Si tratta inoltre di un modello garantito 20 anni, adatto soprattutto per contrastare problemi legati alla circolazione sanguigna, contratture muscolari e crampi.

Vai al produttore

Roma

Materasso Roma in memory foam MyMemory

Roma è un materasso in schiumato contraddistinto da una rigidità media, con un’altezza complessiva pari a 25 cm e composto da due differenti strati. Quello superficiale, spesso 6,5 cm, è in memory foam con struttura cellulare aperta, che avvolge il corpo e al contempo assicura un buon sostegno posturale.

La lastra sottostante da 18,5 cm è invece in poliuretano, materiale flessibile in grado di garantire un costante ricircolo dell’aria, oltre che la dispersione dell’umidità durante il riposo.

Ulteriore punto di forza di questo modello è il rivestimento esterno sottoposto al trattamento antitarme e antimuffa, che presenta anche una losangatura in grado di mantenere costante la temperatura del corpo durante il riposo.

Il materasso Roma, consigliato fino a 130 kg di peso per persona, dispone di una fascia centrale in tessuto 3D che assicura elevata traspirabilità. Si tratta di un prodotto realizzato in Italia e garantito 20 anni, venduto sottovuoto per una maggiore facilità durante il trasporto.

Vai al produttore

 

Come scegliere un materasso in memory foam

Cambiare il vecchio materasso logoro con uno nuovo in memory foam è un buon modo per ottenere finalmente un sonno profondo e svegliarsi riposati. Bisogna considerare che il memory foam è un materiale denso ma allo stesso tempo che offre un buon sostegno al corpo e una buona capacità di ammortizzazione. 

Acquistare un materasso realizzato in memory foam implica comunque delle valutazioni preliminari, perché solo così si riesce a trovare il modello giusto, cioè davvero in linea con le proprie abitudini di riposo. 

Caratteristiche del memory foam

Allineamento della colonna vertebrale

Il materasso in memory foam prende il suo nome dal materiale termosensibile di cui è costituto, tale aggettivo indica la capacità dello stesso di modificare la propria rigidità in base al calore emanato dal nostro corpo.

È proprio grazie alle qualità di questo materiale che il materasso può adattarsi, nel corso delle ore notturne, alla posizione assunta dal nostro corpo. Sono fattori come calorepeso che consentono al materasso di prendere la forma del corpo.

Le persone che lo utilizzano possono godere del cosiddetto stato di sospensione; in pratica, è come se galleggiasse sulla superficie del materasso, riuscendo a riposare meglio, riducendo anche i risvegli notturni.

Infatti, il materiale utilizzato nella costruzione riesce ad aumentare la superficie di contatto del corpo, riducendo notevolmente il problema dei punti di pressione. Proprio per questo motivo, quando si dorme su un presidio in memory non è necessario girarsi spesso per cercare la posizione migliore per dormire.

Sono numerosi i vantaggi riconosciuti da tempo ai memory foam, in primis la capacità di adattarsi in modo ergonomico alla colonna vertebrale, riducendo di mal di schiena e fibromialgia causati da posizioni sbagliate.

È il materiale viscoelastico impiegato nella fase di realizzazione a permettere tale adattamento. Questo si traduce nell’assenza dei famosi affossamenti spesso presenti nei vecchi materassi a molle.

Questa tipologia di materassi ha anche la capacità di mantenere stabile la temperatura del corpo. È importante sottolineare, inoltre, che la l’origine sintetica non impedisce a tale prodotto la normale traspirazione della pelle.

Presentando una struttura dotata di piccolissimi fori traspiranti, l’aria ha la possibilità di fluire in modo ottimale eliminando, al contempo, l’umidità in eccesso.

Rispetto ai modelli a molle e in lattice, assicurano una durata maggiore nel tempo; questo, ovviamente, scegliendo modelli realizzati con materiali di prima qualità. Presentano due strati; il primo è termosensibile e, grazie ad una densità superiore, risulta piuttosto resistente. Il secondo strato è “indurente”, caratteristica che contribuisce ad aumentare la durata del materasso nel tempo.

Pur essendo accreditati di molti vantaggi, questi materassi non sono esenti da critiche; infatti, nonostante siano atermici (pertanto, non producono calore), la capacità di adattarsi al corpo con cui vengono a contatto li rende avvolgenti, portando ad un aumento della percezione del caldo, soprattutto nel periodo estivo.

Le persone che soffrono molto il caldo dovrebbero indirizzare l’attenzione verso altre tipologie o in alternativa acquistare modelli memory con inserti in gel.

Alcuni lamentano un’eccessiva morbidezza di questi modelli, dovuta alla composizione del materasso stesso, in questo caso vi consigliamo di parlare con il venditore per ottenere un prodotto dotato di maggiore densità e quindi durezza.

In genere, la durata dei materassi in memory foam può andare da 4 a 12 anni se utilizzati in maniera regolare, con una vita media di 7 anni.  Stranamente, per questo tipo di prodotto, la longevità non è correlata con il prezzo. In altre parole, pagare di più non assicura una durata più lunga. I principali segni di usura dei materassi in memory foam sono la perdita di elasticità e la deformazione.

Tipologie di memory foam

Diversamente da quello che si potrebbe pensare, il memory foam non è tutto uguale. Esistono varie tipologie che assicurano specifici vantaggi.  La versione tradizionale in schiuma, ad esempio, sostiene la corporatura, adattandosi alla forma e al peso, così da ridurre i punti di pressione e favorire la circolazione sanguigna.

Esiste anche la schiuma di lattice, che non si modella molto bene con le linee del corpo, ma offre comunque comfort e morbidezza. Questo materiale è ipoallergenico e antimicrobico, quindi è da consigliare soprattutto a quelle persone che soffrono di allergie alla polvere.

Sul mercato si trovano anche materassi in memory gel che non trattengono il calore durante l’utilizzo, in modo da migliorare la traspirabilità, offrendo di conseguenza una sensazione di freschezza notevole. Sono quindi materassi indicati a chi vive in luoghi in cui la temperatura si mantiene calda per diversi mesi all’anno.

Densità e spessore del memory foam

Alta, media e bassa sono le densità del memory foam. La prima viene considerata la più resistente, mentre la media (in genere compresa fra 40 kg/m3 e 60 kg/m3) offre un isolamento ottimale del movimento, per questo rappresenta la soluzione ottimale per chi divide il letto con un partner. Il memory foam a bassa densità, sebbene avvolgente, è in genere da evitare perché tende a rompersi con molta facilità.

L’altezza di un materasso in memory foam solitamente è compresa fra 24 e 30 cm. I materassi più spessi possono rivelarsi maggiormente soffici rispetto a quelli sottili, ma entrambe le opzioni sono comunque valide. Quello che conta è infatti la struttura di base, visto che gli strati superiori servono solo ad incrementare la morbidezza.

È anche importante tenere presente che l’aggiunta di un topper in memory foam può aiutare ad aumentare lo spessore e il comfort complessivi del materasso.

Memory foam ipoallergenico

Il memory foam vanta proprietà antimicrobiche, ma alcuni materassi sono più efficaci di altri nel contrastare la polvere o la formazione degli acari. Chi soffre di allergie dovrebbe quindi prediligere materassi ipoallergenici, appositamente realizzati per evitare la proliferazione di microorganismi nocivi e batteri.

Occorre precisare, tuttavia, che solo la schiuma di lattice naturale, da non confondere con il memory foam, vanta elevate proprietà ipoallergeniche. Si tratta comunque di un materiale non adatto a chi soffre di allergia al lattice.

Per ovviare al problema è sempre possibile abbinare al materasso realizzato in memory foam un topper e biancheria da letto ipoallergenici, per un riposo confortevole e sicuro.

Memory foam e postura assunta durante il sonno

postura assunta durante il sonno su materasso in memory foam

Quando al risveglio si avvertono dolori alla schiena, al collo o alle spalle, con molta probabilità si sta dormendo su un materasso non adatto alle specifiche esigenze fisiologiche del corpo.

Le persone sono abituate a dormire sulla schiena in genere hanno bisogno di materassi di media rigidità per sostenere la colonna vertebrale. Chi dorme a pancia in giù, invece, si trova bene con materassi duri. Coloro che dormono su un fianco solitamente preferiscono materassi morbidi.

Il memory foam si rivela abbastanza versatile. Permette infatti di risolvere in modo definitivo tutti i problemi legati alla rigidità, visto che riesce ad assecondare le varie posizioni che il nostro corpo assume durante il riposo.

Dimensioni dei materassi in memory foam

Oggi si trovano materassi in memory foam di ogni misura e quindi compatibili con tutte le reti. Le dimensioni standard sono 190 × 80 cm per i materassi singoli, 190 × 160 cm per i matrimoni e 190 × 120 cm per i letti ad 1 piazza e mezza.

Quando le misure non sono adeguate alle esigenze dell’utente è possibile rivolgersi alle aziende specializzate che realizzano materassi personalizzati. Naturalmente in questi casi è necessario disporre di una base letto adatta al materasso scelto.

Rete per materassi in memory foam

Rete per materassi in memory foam

Anche la rete per materasso in memory gioca un ruolo determinante per ottenere il massimo comfort mentre si riposa. Si consiglia sempre di scegliere una base provvista di una struttura solida, ad esempio in metallo.

Anche i letti a doghe sono una buona scelta, ma solo quando i singoli listoni di legno sono distanziati da 4 a 6 cm l’uno dall’altro. I materassi in memory foam possono anche essere abbinati alle basi regolabili, da inclinare manualmente o tramite telecomando.

Altri consigli per una scelta oculata

In commercio sono disponibili diversi modelli, anche grazie al fatto che le aziende che operano nel settore sono molto numerose.

Verificare un materasso con i propri occhi è sicuramente più sicuro che acquistarlo su internet, anche perché si avrà la possibilità di tastarne con mano la durezza, provando a sdraiarsi sulla sua superficie per almeno 10 minuti, per determinare se sia adatto alle proprie esigenze fisiologiche e soprattutto a eventuali disturbi come ernia iatale, artrite, ernia del disco, apnee notturne, efisema polmonare, reflusso gastrico etc.

Affinchè questo presidio per la salute del corpo e qualità del sonno sia effettivamente funzionale è necessario che la lastra interna sia alta intorno ai 20 cm di cui almeno 5-6 cm devono essere in schiuma soffice e 12-14 cm di poliuretano.

Maggiore è il contenuto di materiale memory maggiore sarà la morbidezza e la qualità della superficie d’appoggio. Di solito lastre più basse dei 5 cm sono sintomo di uno scarso prodotto, economico, con una più alta percentuale di materiale rigido.

Ma non solo, perché l’articolo sia effettivamente un buon articolo è importante che anche lo stesso poliuretano sia di buona qualità ed avere un’alta densità, e dunque peso, che non pregiudichi l’adattabilità al corpo.

La lastra inoltre deve presentare intagli e disegni per una maggiore ergonomia e traspirabilità, meglio ancora se di tipo sfoderabile per garantire la giusta igiene e ostacolare l’insorgenza di allergie. Per questo motivo, per assicurarsi che il prodotto scelto presenti tutte le caratteristiche elencate, è sempre buona norma provarlo prima di acquistarlo, diffidando degli articoli sigillati e non ispezionabili.

Sembrerebbe che lo strato inferiore ideale sia quello in soia, che riesce ad ovviare parzialmente alla problematica del caldo estivo. Si rivelano un’ottima alternativa i modelli con rivestimento in gel o Waterlily.

Ovviamente, molto importante è il rivestimento; anche in questo caso scegliere modelli che presentino dei rivestimenti il più possibile traspiranti. La traspirazione, infatti, non dovrà essere garantita solamente in superficie, ma anche lateralmente. Un’ottima scelta in questo ambito è un rivestimento che impiega il 3D ventilation system.

Anche la rete è un elemento importante quando si deve procedere all’acquisto di un nuovo materasso memory foam. Se, per i modelli tradizionali a molle, il suo ruolo non è essenziale, lo è in questo caso.

La rete, infatti, non deve interferire con il funzionamento del materasso; pertanto, non dovrà modificare la forma assunta a contatto con il corpo. Spendere soldi per poi rovinare tutto a causa di una rete non adeguata significa sprecare un’opportunità per migliorare la qualità del proprio sonno. In diversi casi, pertanto, oltre al materasso è necessario acquistare una rete nuova.

Altro elemento che contribuisce al successo del materasso acquistato è il cuscino. Anche di questi ultimi esistono cuscini in memory foam; il loro punto di forza è sempre la capacità di adattarsi alla forma della testa e del collo.

Quanto costa un materasso in memory foam?

Prezzo medio materasso in memory foam di quallità

Comprare un materasso in memory foam vuol dire compiere un buon investimento per migliorare il proprio benessere complessivo. Vale quindi la pena spendere qualcosa in più per un prodotto di qualità superiore e destinato a durare nel tempo. Oggi in commercio è possibile trovare modelli a prezzi abbastanza competitivi. In ogni caso il costo dipende da una serie di fattori, quali marca, dimensioni, spessore, densità e tipo di memory foam.

Si consiglia inoltre di verificare dove è stato prodotto il materasso, in quanto la qualità dipenderà proprio dai controlli e dagli standard di settore in vigore, che sono più o meno rigidi nelle diverse aree del mondo.

Alcuni materassi fabbricati in Cina potrebbero avere dei prezzi interessanti, ma essere realizzati con materiali scadenti, oltre che con l’impiego di sostanze chimiche potenzialmente dannose per la salute.

I migliori materassi in memory foam presentano una certificazione che attesta l’assenza di ftalati, formaldeide, mercurio, piombo e altri metalli pesanti. Sono prodotti con bassa concentrazione di composti organici volatili e quindi completamente sicuri.

In merito al prezzi praticati per i materassi in memory foam deve essere indicato come vi sia un’ampia differenza tra le varie aziende produttrici e, al loro interno, tra i diversi modelli proposti. Per i matrimoniali, le cifre partono dagli 850 euro per i modelli economici (comunque di qualità accettabile), superando i 4000 euro per il top di gamma.

A determinare una diversità così rilevante sono diversi fattori.

Spessore dello strato di memory foam: i materassi in memory foam non sono realizzati esclusivamente con questo materiale. Lo strato di memory foam è collocato su uno strato di base di semplice poliuretano. I modelli di fascia alta tendono ad avere almeno due volte più memory foam di quelli economici. Una maggiore quantità di memory foam solitamente corrisponde a un maggior comfort.

Spessore dello strato di base: lo strato di base di un materasso in memory foam è solitamente costituito da schiuma poliuretanica relativamente poco costosa che spesso costituisce tra il 54 e l’83% dello spessore complessivo del materasso.

Densità del memory foam: i modelli di fascia alta in genere utilizzano un memory foam la cui densità è maggiore rispetto ai modelli più economici. Il foam ad alta densità tende ad avere una durata maggiore rispetto a quello a minore densità e offre un migliore supporto che può contribuire ad alleviare il dolore, compreso il mal di schiena.

Ti consiglio di leggere: Quali domande porsi prima di acquistare un materasso in memory foam?

Opinioni di chi ha provato un materasso memory foam

Opinioni dei consumatori sul materasso in memory foam

Cosa ne pensano i consumatori dei materassi in memory foam? Li ritengono comodi per dormire e riposare bene? Leggi le opinioni comuni estrapolate dai maggiori forum italiani dedicati ai materassi.

I materassi in memory foam, nel complesso soddisfano l’80% dei loro proprietari, i diversi tipi di marche e modelli tendono a comportarsi in maniera simile nelle valutazioni degli utenti. Ecco le opinioni dei consumatori italiani:

  1. Longevità / durata
    La durata può variare a seconda della marca, ma i materassi in memory foam hanno una vita media di 7 anni.
  2. Prezzo
    I prezzi dei materassi in memory foam variano tra 200 e 7.500 euro, per diverse ragioni. Un prezzo più alto non significa necessariamente una migliore soddisfazione, parametro che tende a rimanere simile a prescindere dal prezzo.
  3. Riduzione dolore / punti di pressione
    Il memory foam si adatta al corpo della persona e, come risultato, offre spesso un buon supporto e sollievo nei confronti di dolore e punti di pressione. In particolare, si tratta di un modello che aiuta soprattutto il dolore a schiena, anche e spalle. Circa il 10% dei consumatori, tuttavia, riporta che questo materasso ha causato loro dolore per via di un’eccessiva rigidità.
  4. Rigidità
    Questi materassi tendono a essere di durezza medio-alta, ma esistono anche modelli più morbidi. Un utente su dieci lamenta un’eccessiva rigidità. Inoltre, il 12% dei proprietari ha la sensazione che la rigidità sia diversa rispetto a quella avvertita durante la prova del materasso in negozio.
  5. Duplice rigidità
    I materassi con duplice rigidità sono particolarmente amati dalle coppie in quanto permettono di ottenere un diverso grado di durezza per ciascuna metà del letto. Con alcune eccezioni, la maggior parte dei materassi in memory foam non è disponibile in questa variante.
  6. Isolamento dei movimenti
    Questi modelli tendono a isolare i movimenti, permettendo a una persona di alzarsi dal letto e sdraiarsi senza causare disturbo al partner.
  7. Odore iniziale
    Il 15% dei proprietari afferma di aver sentito un odore iniziale, specialmente nel caso dei modelli ad alta densità.
  8. Ritenzione di calore
    I modelli in foam ad alta densità spesso hanno problemi di ritenzione del calore.
  9. Facilità di movimenti
    Questi materassi, specialmente quelli in foam ad alta densità, tendono ad offrire resistenza ai movimenti, in parte per via della loro capacità di conformarsi al corpo di una persona. Alzarsi dal letto, sdraiarsi e cambiare posizione può richiedere uno sforzo extra. Pertanto, persone fisicamente deboli, come gli anziani o gli ammalati, dovrebbero evitare i modelli in foam ad alta densità.
  10. Supporto nei bordi
    Alcune marche offrono supporti per impedire a una persona di cadere dal letto quando è sdraiata vicino al bordo.
  11. Intimità
    Le opinioni variano ma la maggior parte dei consumatori ritiene che i materassi in memory foam siano adatti all’intimità.
  12. Peso
    Data la sensibilità al peso del memory foam, le persone in sovrappeso (sopra i 90 chili) tendono a beneficiare al massimo della capacità di questo materiale di adattarsi al corpo. Tuttavia, un materasso spesso meno di 22 cm potrebbe non fornire un supporto adeguato. Per gli stessi motivi, le persone che pesano meno di 50 chili beneficiano meno della capacità del memory foam di adattarsi al corpo, soprattutto se il materasso è rigido.
  13. Silenziosità
    I materassi in memory foam sono silenziosi, a differenza della maggior parte degli altri modelli.
  14. Necessità di essere rivoltati
    Quasi nessuno dei modelli ha necessità di essere rivoltato (ma alcuni consumatori li rivoltano comunque per evitare che si affloscino). Ruotare il materasso occasionalmente può migliorarne la durata, il comfort e il supporto.
  15. Leggerezza
    I materassi più spessi, ad alta densità, pesano di più rispetto ai sottili modelli a bassa densità.
  16. Garanzie
    La lunghezza della garanzia può variare in maniera significativa; i modelli più cari tendono ad avere garanzie più lunghe.
  17. Disponibilità
    I materassi in memory foam si trovano facilmente sia nei negozi fisici che in quelli online.

Manutenzione del materasso in memory foam

Sanificare il materasso di casa

Per allungare la vita del materasso in memory è importante provvederne alla regolare pulizia. In fase di acquisto si consiglia di verificare le specifiche che riguardano la manutenzione, per essere certi di comprare un modello semplice da mantenere igienizzato. I produttori forniscono in genere tutte le indicazioni utili e i suggerimenti per rimuovere eventuali macchie e aloni. Si tratta di operazioni facili e veloci, ma da eseguire con cura per evitare di danneggiare la struttura del materiale.

Quasi tutte le aziende suggeriscono di ruotare il materasso ogni 90 giorni, in modo da cambiare la distribuzione del peso. Alcuni modelli possono anche essere capovolti e sono provvisti di fodera per preservare il memory dal contatto con i liquidi.