Come adattarsi al nuovo materasso

Quando acquistiamo un nuovo materasso il principale timore è che non risulti confortevole come promesso. In generale, occorrono 2 settimane perché il corpo riesca ad abituarsi al cambiamento di sostegno e grado di rigidità. Pertanto non è affatto raro che le prime notti si faccia fatica a prendere sonno cercando una posizione confortevole.

Come adattarsi al nuovo materasso

Spesso supponiamo di aver effettuato la scelta sbagliata e decidiamo di restituire il materasso. Il nuovo modello potrebbe anche possedere caratteristiche inadatte al nostro fisico e modo di riposare, tuttavia suggerisco di avere un po’ di pazienza e dare tempo al supporto di cedere quel tanto che basta per offrire un’accoglienza soddisfacente.

Al netto delle suddette considerazioni, in questo articolo cercherò di spiegare tutto ciò che possiamo mettere in pratica per velocizzare l’adattamento al nuovo materasso.

INDICE
1. Perché il nuovo materasso richiede tempo per abituarsi?
2. Facciamo respirare il materasso prima dell’uso
3. La rete a doghe è compatibile?
4. Ci vuole pazienza
4.1 Tempi di adattamento per un materasso in lattice
4.2 Tempi di adattamento per un materasso in memory foam
4.3 Tempi di adattamento per un materasso a molle
5. Se proprio non ce la fai rendi il materasso

Perché il nuovo materasso richiede tempo per abituarsi?

Come il motore di una nuova macchina o un paio di scarpe appena comprate, anche il materasso necessita di un periodo di rodaggio più o meno lungo. Dopo anni che riposiamo sullo stesso supporto, il nostro corpo trova familiare avvallamenti e rientranze formate con il cedimento del materiale o l’usura dei molleggi.

Il passaggio ad un nuovo sostegno, più rigido o più morbido, potrebbe risultare piuttosto traumatico e offrire la sensazione di un’iniziale scomodità.

In alcuni casi già al primo utilizzo ci sentiamo subito a nostro agio, ma a volte può volerci anche più di un mese per ottenere l’accoglienza desiderata. Vediamo quali comportamenti adottare per incrementare il comfort del nuovo materasso.

Facciamo respirare il materasso prima dell’uso

Se abbiamo acquistato il materasso online, molto probabilmente verrà consegnato arrotolato o compresso a seconda della tipologia. In ogni caso il prodotto è sempre avvolto da più strati di film plastico per assicurare un’adeguata protezione.

Una volta eliminato l’imballo, il materasso potrebbe emanare uno strano odore che svanirà nel giro di uno o due giorni. Scegliendo un modello in memory foam o lattice, il prodotto è quasi sempre confezionato arrotolato per occupare meno spazio durante il trasporto.

Di conseguenza dobbiamo lasciare il tempo alla schiuma viscoelastica o comunque al materiale di espandersi e riacquistare la forma originale. In base al modello potrebbero volerci dalle quattro alle dodici ore.

La cosa importante è sempre lasciare respirare il materasso per almeno 24 ore, anche se si tratta di un modello a molle insacchettate. Inoltre, ricordo di non applicare un coprimaterasso o aggiungere un lenzuolo, nonché appoggiare oggetti o sdraiarsi per fare anche una breve prova. Trascorso un giorno, il materasso avrà acquisito la sua forma definitiva e potremo cominciare a utilizzarlo.

La rete a doghe è compatibile?

Prima di acquistare un nuovo materasso suggerisco di verificare la compatibilità con la rete a doghe. Passando da un vecchio modello a molle ad un moderno materasso in memory foam o lattice, è molto probabile che dovremo cambiare anche la rete ormai deformata.

In ogni caso chiediamo informazioni al produttore e non dimentichiamo che una struttura instabile e usurata incide molto negativamente sulla funzionalità del materasso e il comfort percepito.

Ci vuole pazienza

Se il materasso inizialmente risulta poco accogliente, non dobbiamo cadere nello sconforto e prendere decisioni avventate. In questi casi la parola d’ordine è pazienza, infatti potrebbe servire un periodo di rodaggio anche di un paio di mesi.

Altro aspetto da non sottovalutare riguarda la qualità del materasso. Spesso crediamo che acquistando un modello molto costoso, abbiamo la garanzia che risulterà subito confortevole. In realtà potrebbe accadere esattamente il contrario, proprio a causa dell’alta qualità dei materiali che richiede maggior tempo per il processo di adattamento.

Tempi di adattamento per un materasso in lattice

I materassi in lattice richiedono minor rodaggio e potrebbero anche adattarsi al corpo dopo poche ore. Il tempo necessario varia a seconda se il lattice è naturale o sintetico e dal livello di durezza del supporto. Difficilmente servono più di due settimane per abituarsi al nuovo materasso.

Tempi di adattamento per un materasso in memory foam

Il periodo di rodaggio per modelli in memory è alquanto variabile in base alla densità del memory foam. Materassi economici a bassa densità possono offrire un’immediata e piacevole accoglienza, ma dopo qualche mese è facile avvertire la sensazione di sprofondare. Modelli costosi ad alta densità richiedono anche oltre due mesi per adattarsi, tuttavia assicurano i vantaggi della portanza differenziata e mantenimento delle caratteristiche per molto tempo.

Tempi di adattamento per un materasso a molle

I modelli a molle richiedono un processo di adattamento abbastanza rapido. Le molle sono appositamente progettate per adattarsi subito alla pressione esercitata e quindi al peso del corpo. Maggiori problemi possono insorgere in presenza di modelli ibridi che aggiungono uno strato in memory foam, il che potrebbe allungare le tempistiche. Mediamente servono al massimo quattro settimane per abituarsi ad un nuovo materasso a molle.

Se proprio non ce la fai rendi il materasso

Molte aziende offrono la possibilità di provare il materasso e poi restituirlo senza costi aggiuntivi (semmai sono a carico le sole spese di spedizione), qualora non soddisfacesse le aspettative. Di solito il periodo concesso è di 100 giorni, ovvero abbiamo a disposizione 3 mesi per abituare il corpo e capire se il sostegno risulta adatto al nostro modo di riposare.