in

Migliori Materassi in Memory Gel

Classifica e recensioni dei migliori materassi memory gel selezionati per ergonomia, traspirabilità, sostegno, capacità termoregolanti, qualità dei materiali e durata.

INDICE
1. Classifica e recensioni dei migliori materassi memory gel
1.1 Fantasma – Morfeo
2. Come scegliere un materasso in memory gel

Classifica e recensioni dei migliori materassi memory gel

Fantasma – Morfeo

Materasso “Fantasma – Morfeo” con TECHNOAIRFRESH® e gel rinfrescante sfoderabile | Altezza materasso 26,5cm – Altezza TECHNOAIRFRESH® 6,5cm – Livello di rigidità 6/10

Fantasma – Morfeo è un materasso in memory gel composto da tre diversi strati che garantiscono comfort e sostegno posturale. In particolare, presenta una lastra interna di schiuma Technoairfresh spessa 6,5 cm e con una densità pari a 45 kg/m³.

Il Technoairfresh è un tipo di foam eco compatibile contraddistinto da una struttura cellulare aperta che non trattiene l’umidità, così da assicurare un buon livello di traspirabilità. Il calore che normalmente si accumula durante il riposo verrà quindi dissipato in modo da mantenere costante la temperatura del corpo in qualsiasi stagione dell’anno.

Il passaggio dell’aria è ulteriormente favorito dallo strato superficiale della fodera che presenta una losangatura in memory foam tipo “Gel” di 1cm, oltre che dalla fascia centrale in tessuto 3D anallergico e traspirante.

L’intero rivestimento esterno è stato inoltre sottoposto al trattamento antitarme e antimuffa. Il terzo strato è invece composto da una lastra spessa 18 cm di  Medfoam con densità non inferiore a 30 Kg/m3.

Il materasso Fantasma – Morfeo, disponibile in diverse misure e alto complessivamente 26,5 cm, viene realizzato interamente in Italia e garantito per 20 anni. Si tratta inoltre di un modello consigliato fino a 130 kg a persona, venduto arrotolato e messo sottovuoto all’interno di una scatola, in modo da preservarne le caratteristiche igieniche.

Vai al produttore

Come scegliere un materasso in memory gel

Rivestimento gel

La caratteristica fondamentale di questo tipo di materasso è la presenza, insieme al materiale morbido, di uno strato di polygel. Il polygel è una schiuma fredda sotto forma di gel in grado di mantenere costante la temperatura della lastra, anche quando fuori fa molto caldo.

Essa infatti aumenta di 1 grado ogni due ore senza mai superare la temperatura corporea, ma stabilizzandosi due gradi sotto quest’ultima. Ciò non può che avere dei benefici effetti sulla salute. Oltre la piacevole sensazione di refrigerio che ne deriva, il gel facilita anche la circolazione del sangue e l’ossigenazione dei tessuti.

Generalmente un materasso con gel rinfrescante si compone di un primo strato, quello superiore, di polygel, di un secondo strato centrale in memory foam e di un strato inferiore in polilatex (le diverse composizioni variano in base alla ditta produttrice).

La presenza di materiale morbido rende questo prodotto indeformabile e soprattutto ergonomico, offrendo alla persona un solido sostegno durante il riposo. La colonna vertebrale non è costretta a deformarsi, la circolazione del sangue viene facilitata e i muscoli si rilassano. La presenza del polygel come più volte accennato, dona invece un senso di freschezza, soprattutto durante i periodi caldi.

Tuttavia saperlo scegliere è fondamentale. Solitamente i criteri di scelta sono gli stessi adoperati per scegliere prodotti in memory foam. Come prima cosa è sempre buona norma affidarsi ad aziende e rivenditori specializzati per evitare d’incorrere in eventuali truffe. A riguardo perché l’articolo sia effettivamente un buon articolo è necessario che la lastra sia alta almeno 20 cm e lo strato di materiale soffice non meno di 6 cm.

Lastre più basse sono spesso sintomo di prodotti di scarsa qualità, con una percentuale più alta di materiale rigido. Soprattutto lo strato in polygel, oltre a rispettare tutte le norme di produzione e di utilizzo, deve essere posto al centro del piano d’appoggio, in modo da poter utilizzare quest’ultimo nel verso che più ci piace. E’ preferibile poi che la lastra presenti intagli e disegni per una maggiore traspirabilità ed ergonomia.

Meglio ancora se di tipo sfoderabile, maggiormente traspirante, igienica e anallergica.