Ernia del disco: quale materasso scegliere per dormire bene?

Il mal di schiena è tra i disturbi più diffusi dell’uomo moderno. I motivi principali sono uno stile di vita poco salutare, mancanza di adeguata attività fisica e le numerose ore trascorse stando seduti mantenendo una postura scorretta.

Se trascuriamo i dolori iniziali e non correggiamo i cattivi comportamenti, col passare del tempo i sintomi possono aggravarsi e trasformarsi in patologie molto più gravi come l’ernia del disco.

Quale materasso scegliere se hai l’ernia al disco? In questo articolo di approfondimento prendiamo in considerazione le differenze tra materassi in memory foam, a molle e topper.

INDICE
1. Che cos’è l’ernia del disco?
2. Il materasso può aiutare contro l’ernia del disco?
3. Quale materasso scegliere se hai l’ernia del disco?

Che cos’è l’ernia del disco?

ernia del disco

L’ernia del disco è una patologia che coinvolge la colonna vertebrale e per capire di cosa si tratta dobbiamo avere qualche semplice nozione di anatomia.

La spina dorsale è composta da una serie di ossa che prendono il nome di vertebre, le quali sono separate da dischi intervertebrali. Questi ultimi sono dei veri e propri ammortizzatori naturali che hanno la funzione di attenuare le pressioni generate dal peso del corpo. Ogni disco è costituito da una parte esterna e una interna. La prima ha una consistenza dura e viene chiamata anello fibroso, mentre la seconda rappresenta il nucleo polposo ed è molto più molle, simile al gel.

Quando viene diagnosticata un’ernia del disco significa che parte del nucleo polposo è fuoriuscito dall’anello fibroso, andando così a comprimere i nervi circostanti.

Ernia del disco espulsa

Ciò provoca diversi disturbi, compreso un dolore concentrato in determinate zone della schiena e negli arti.

L’ernia del disco è la conseguenza di una graduale usura della colonna vertebrale. I dischi con il trascorrere del tempo tendono a perdere il contenuto acquoso, diventando via via meno resistenti e flessibili. L’invecchiamento e l’aver svolto per molti anni lavori logoranti sono tra le principali cause dell’ernia discale, a cui aggiungere traumi dovuti a cadute e particolari attività sportive come bodybuilding e sollevamento pesi.

Sintomi dolore schiena ernia al disco

I sintomi più comuni sono dolori, spesso molto intensi, che impediscono anche i più piccoli movimenti. La zona della schiena coinvolta dipende dalla posizione del disco erniato. In tal senso l’ernia del disco viene suddivisa in cervicale, dorsale oppure lombare.

Il dolore si propaga anche a gambe o braccia sempre in base a quale disco ha ceduto. In aggiunta si possono manifestare intorpidimento e formicolio agli arti, debolezza e anche disturbi a vescica e apparato intestinale per via della forte infiammazione dei nervi.

Il materasso può aiutare contro l’ernia del disco?

Diciamo subito che in presenza di un’ernia del disco non esiste alcun tipo di materasso che possa risolvere tale patologia. In base alla gravità si dovranno adottare le cure del caso e ascoltare i suggerimenti del fisiatra o del fisioterapista. Tuttavia, la corretta scelta del materasso può aiutare ad alleviare i disturbi causati dall’ernia del disco e migliorare la qualità del riposo.

Quale materasso scegliere se hai l’ernia del disco?

Decidere tra un modello rigido o morbido è il dubbio di chiunque debba acquistare un nuovo materasso. Fermo restando che la scelta dev’essere sempre fatta in base alle proprie esigenze, in presenza di un’ernia del disco abbiamo la necessità di un supporto piuttosto ergonomico che consenta un corretto allineamento della colonna vertebrale.

In tal senso i materassi con molle insacchettate indipendenti + topper possono risultare una valida soluzione.

Come scegliere un materasso a molle insacchettate

Se invece abbiamo subito un intervento chirurgico per rimuovere l’ernia o comunque un’operazione alla schiena, è opportuno optare per un supporto più confortevole. Ciò non vuol dire che il corpo debba sprofondare eccessivamente, ma solo essere accolto in modo da far meglio riposare le parti coinvolte nell’intervento.

In questi casi la soluzione migliore è un materasso in memory foam che unisce un supporto sufficientemente rigido all’elevato adattamento alle forme del corpo.

Miglior materasso in memory foam

Se già possediamo un materasso a molle e abbiamo necessità di maggior morbidezza, suggerisco di provare un topper in memory.

Recensione Topper in memory foam alto 5 cm

Questo articolo è stato realizzato sotto la supervisione del dottor Pierpaolo Cameli, specializzato in Fisioterapia e Osteopatia riabilitativa.

Dottor Pierpaolo Cameli, consulente medico del sito web