in

Vantaggi e svantaggi dei materassi in lattice

Prima di acquistare un materasso in lattice ti consiglio di considerare pro e  contro di questo materiale, così da fare una scelta in grado di non deludere le tue aspettative per la fase più delicata della giornata, il momento del riposo. 

Vantaggi e svantaggi dei materassi in lattice

INDICE
1. Un materasso in lattice non vale l’altro
2. Vantaggi dei materassi in lattice
3. Svantaggi dei materassi in lattice

Un materasso in lattice non vale l’altro

Estrazione del lattice dalla pianta della gomma

Innanzitutto è bene sapere che il lattice impiegato per realizzare i materassi può essere naturale o sintetico. Il primo deriva dall’albero della gomma che produce un fluido bianco lattiginoso il quale, attraverso opportuni processi di lavorazione, viene poi trasformato in lattice. Il lattice sintetico invece è composto da varie miscele di lattice naturale e schiume chimiche di sintesi.

Il mio consiglio è di acquistare esclusivamente prodotti riportanti la dicitura: “materasso in lattice 100% naturale” e verificarne le certificazioni.

Ti consiglio di leggere anche la mia guida a chi dovrebbe scegliere un materasso in lattice naturale.

Vantaggi dei materassi in lattice

Materasso Kipli

L’elevato comfort è il principale aspetto positivo dei materassi in lattice, in grado anche di prevenire e ridurre i dolori lombari. Si tratta infatti di un materiale resiliente che assicura un buon sostegno e un corretto allineamento della colonna vertebrale.

Questo materiale, quando naturale, è completamente biodegradabile e non produce odori sgradevoli. Il lattice sintetico, invece, potrebbe rilasciare odori chimici, almeno durante i primi utilizzi.

L’isolamento dal movimento è un’altra qualità associata ai materassi interamente in lattice. Questo aspetto viene abbastanza apprezzato quando un partner si gira durante la notte, perché il movimento nell’altra piazza del letto sarà appena percettibile. L’esperienza del sonno diventa quindi più piacevole con meno disturbi, rispetto a ciò che succede con i materassi a molle che tendono a trasferire il movimento da un lato all’altro.

Anche l’ampia offerta dei materassi in lattice è degna di essere segnalata, le aziende produttrici consentono di personalizzare il proprio materasso non solo per ciò che riguarda le misure, ma anche in merito alla rigidità. In commercio esistono infatti materassi con due diversi livelli di rigidità per piazza, in modo da soddisfare entrambi i per partner.

Le persone sono generalmente soddisfatte dei materassi in lattice per le qualità ipoallergeniche, antibatteriche e antimicotiche. Contrastano inoltre la proliferazione degli acari della polvere, le muffe e i funghi.

Un materasso in lattice naturale è una scelta ecologica. Gli alberi della gomma dai quali viene estratta la linfa non vengono abbattuti e possono essere utilizzati fino a 30 anni. Il lattice certificato biologico viene prodotto in maniera ancora più sostenibile, in quanto ricavato da piante che vegetano in aree non sottoposte all’utilizzo di concimi chimici.

Svantaggi dei materassi in lattice

Allineamento della colonna vertebrale

L’eccessiva resilienza è lo svantaggio maggiormente segnalato da coloro che dormono su materassi in lattice, a prescindere dalla tipologia di rete utilizzata. Ecco perchè viene consigliato di verificare l’elasticità delle schiume, normalmente compresa fra il 40% e il 50%. Quelle ad elevata resilienza possono sfiorare il 70% rendendo il materasso abbastanza duro, specialmente durante le prime settimane di utilizzo.

L’eccessiva cedevolezza, che si verifica quando il materasso forma delle impronte nei punti in cui la persona dorme, viene invece constatata più raramente dagli acquirenti. Questo inconveniente è quasi del tutto assente nei modelli realizzati con lattice naturale al 100%.

Anche l’eccessiva sensazione di calore è uno svantaggio poco riscontrato e tende a interessare solo i materassi in lattice realizzati con una prevalenza di schiume sintetiche. Nella maggior parte dei casi i migliori materassi in lattice sono provvisti di una serie di fori perpendicolari alla lastra di lattice in grado  di migliorarne la circolazione dell’aria.

A mio avviso l’unico aspetto dolente è il fattore prezzo, chi sceglie un materasso in lattice sa che dovrà spendere una cifra maggiore rispetto a un modello in memory foam.

Alcuni consumatori si lamentano di un peso eccessivo, aspetto che rende lo spostamento del materasso in lattice poco agevole, considerate che un prodotto matrimoniale di buona qualità arriva a pesare anche 60 Kg. Bisogna comunque segnalare che questa lamentela è trascurabile, visto che il materasso in lattice non ha bisogno di essere girato periodicamente.