Un cuscino in memory foam può ridurre l’apnea del sonno?

L’apnea del sonno è un disturbo che colpisce molte persone e rappresenta la completa o parziale ostruzione delle vie aeree superiori, provocando una momentanea interruzione della respirazione.

cuscino in memory foam per alleviare apnea del sonno

Ciò può causare risvegli improvvisi con la sensazione di soffocare e altri sintomi che compromettono la qualità del riposo. Il progresso medico scientifico ha portato ad un’approfondita conoscenza di tale patologia e all’introduzione di diverse soluzioni per ridurre gli effetti.

Un metodo efficace per contrastare episodi di apnea notturna è l’utilizzo di un cuscino in memory foam. Vediamo di analizzare meglio quali sono i sintomi e le complicanze di questa condizione e come potrebbe l’impiego di un guanciale con determinate caratteristiche limitare il problema.

INDICE
1. Cos’è l’apnea del sonno?
1.1 Tipologie di apnea del sonno
1.2 Sintomi e complicanze dell’apnea del sonno
2. Il cuscino in memory foam può aiutare contro le apnee notturne

Cos’è l’apnea del sonno?

Apnea del sonno

L’apnea del sonno è un disturbo che interessa le vie respiratorie superiori le quali, durante il riposo notturno, si chiudono in modo parziale o totale bloccando temporaneamente la respirazione. L’immediata conseguenza è un minor afflusso di ossigeno nel sangue, oltre a un peggioramento della qualità del sonno.

La patologia interessa con maggior frequenza gli uomini e nelle donne si manifesta più facilmente dopo la menopausa. L’apnea notturna può provocare singoli o ripetuti episodi di interruzione dei movimenti respiratori e viene considerata una malattia cronica, vale a dire che accompagnerà chi ne soffre per tutta la vita.

Tipologie di apnea del sonno

L’apnea notturna è classificata in due sottotipi e precisamente:

  1. Ostruttiva del sonno.
    Rappresenta la tipologia più diffusa che provoca la sospensione della respirazione per 10 / 15 secondi.
  2. Centrale del sonno.
    In questo caso le vie aeree non presentano alcuna ostruzione, tuttavia il passaggio dell’aria subisce comunque alterazioni. Il responsabile di tale fenomeno è il cervello che modifica lo stimolo della respirazione. L’apnea centrale colpisce pazienti che soffrono di scompensi cardiaci, malattie neuromuscolari (distrofia muscolare o sclerosi laterale amiotrofica) oppure con lesioni al sistema nervoso centrale.

Sintomi e complicanze dell’apnea del sonno

L’apnea ostruttiva provoca molti disturbi che si manifestano, non solo durante la notte, ma anche al risveglio e nel corso della giornata.

L’interruzione improvvisa e ripetuta dei movimenti respiratori nel sonno causa un respiro affannoso, russamento notturno, riposo agitato e risvegli improvvisi con la sensazione di soffocare. Tutto ciò peggiora drasticamente la qualità del sonno e di conseguenza incide sul generale benessere psicofisico. Potremmo così risvegliarci la mattina con già una forte cefalea e durante il giorno manifestare episodi di eccessiva sonnolenza, nonché difficoltà di concentrazione e perdita di attenzione.

L’intensificarsi o il protrarsi nel tempo dei fenomeni di apnea notturna, può portare a complicanze di salute molto gravi come la comparsa di aritmie cardiache, aumento della pressione arteriosa, disordini metabolici, insufficienza respiratoria e disturbi cognitivi e dell’umore.

Il cuscino in memory foam può aiutare contro le apnee notturne

Migliori cuscini in memory foam

Abbiamo appena visto come l’apnea del sonno, oltre a causare una frammentazione del riposo, può danneggiare la salute e compromettere la qualità della vita. Avendo anche il minimo sospetto di soffrire di tale patologia è bene rivolgersi il prima possibile ad un medico. Così facendo possiamo attuare una serie di interventi per ridurre i sintomi.

Un ulteriore rimedio che comporta immediati benefici è la sostituzione del vecchio guanciale con un cuscino ergonomico in memory foam. Questo materiale è tra i più utilizzati per realizzare materassi grazie all’elevata capacità di automodellarsi alle forme del corpo e restituire un sostegno adeguato alla fisiologia corporea.

Soprattutto un cuscino cervicale in schiuma poliuretanica viscoelastica crea un supporto in grado di adattarsi alla naturale curvatura del collo e modifica il supporto in base alla pressione esercitata da testa e spalle.

Cuscino cervicale e allineamento della colonna vertebrale

Ciò permette un corretto allineamento delle vertebre cervicali e favorisce il rilassamento della muscolatura, nonché il mantenimento di una corretta postura durante il riposo. Tutti elementi che aiutato a limitare gli episodi di ostruzione delle vie respiratorie superiori e riducono gli effetti delle apnee notturne.

Un cuscino in memory foam rappresenta anche una soluzione indicata per chi predilige riposare a pancia sopra oppure su un fianco, per meglio contrastare i disturbi causati dall’apnea ostruttiva.

Questo articolo è stato realizzato sotto la supervisione del dottor Pierpaolo Cameli, specializzato in Fisioterapia e Osteopatia riabilitativa.

Dottor Pierpaolo Cameli, consulente medico del sito web