Cuscino in memory foam Emma: test e recensione

Dopo aver dormito per 1 mese sul cuscino letto in memory foam di Emma, queste sono le mie opinioni, corredate di valutazioni sulla qualità dei materiali e relativi consigli per la scelta del modello più adatto in base alle vostre esigenze specifiche.

Cuscino in memory foam Emma: test e recensione
Triplo strato del cuscino Emma

Cosa mi è piaciuto

  • Buona capacità di traspirazione
  • Altezza personalizzabile
  • E’ possibile scegliere 2 livelli di rigidità
  • Indicato sia per chi dorme di fianco che a pancia in sù
  • Ottimo rapporto qualità prezzo
  • Dispositivo medico di classe 1, fiscalmente detraibile
  • Certificazione OEKO-TEX
  • Spedizione e reso gratuiti

Cosa non mi è piaciuto

  • Rivestimento in poliestere

La mia esperienza con il cuscino Emma

Per poter riposare al meglio è importante scegliere un cuscino adatto alle proprie abitudini e alla conformazione del rachide cervicale. A questo riguardo, il cuscino Emma si rivela piuttosto versatile, in quanto personalizzabile per assecondare tutte le posizioni del sonno.

Il prodotto arriva a casa arrotolato e sottovuoto, un ottimo sistema per preservarne l’igiene e ridurre l’ingombro dell’imballaggio.

Cuscino in memory foam Emma: test e recensione
Imballaggio sottovuoto del cuscino Emma

Questo cuscino letto ortopedico, rientra tra i dispositivi medici detraibili al 19% previa ricetta medica, ha una misura standard pari a 70 x 40 cm.

Test cuscino memory foam Emma
Cuscino Emma visto dall’alto
Cuscino in memory foam Emma: test e recensione
Cuscino Emma visto frontalmente
Cuscino in memory foam Emma: test e recensione
Cuscino Emma visto di lato

Presenta inoltre una struttura a tre strati composta da schiuma Hypergel, Hypersoft e viscoelastica. In questa maniera l’utilizzatore potrà regolare l’altezza e il comfort in base alle specifiche preferenze.

Cuscino in memory foam Emma: test e recensione
I tre strati del cuscino Emma

I tre strati hanno infatti diverse rigidità e consistenze, così da garantire la corretta curvatura della schiena quando si assumono varie posizioni durante la notte. Le schiume offrono il vantaggio di adattarsi alla pressione esercitata, in maniera da cedere gradualmente in base al calore e al peso della testa e del collo.

Più nello specifico, la schiuma Hypergel rappresenta lo strato traspirante, pensato per garantire una sensazione accogliente e di massima freschezza.

Cuscino in memory foam Emma: test e recensione
Test di compressione schiuma Hypergel
Cuscino in memory foam Emma: test e recensione
Impronta lasciata sulla schiuma Hypergel

La zona intermedia in Hypersoft determina lo spessore complessivo ideale del cuscino per dormire in posizione laterale e, volendo, può essere rimossa. Infine la schiuma viscoelastica consente una distribuzione ottimale del peso di collo e testa, uniformandosi alle curve fisiologiche del rachide cervicale.

Cuscino in memory foam Emma: test e recensione
Test di compressione strato in schiuma viscoelastica
Cuscino in memory foam Emma: test e recensione
Impronta lasciata sullo strato in schiuma viscoelastica

In genere, a differenza del lattice, un cuscino in memory foam ad alta densità potrebbe risultare rigido a chi è abituato a dormire su un supporto poco più alto rispetto alla naturale curvatura della schiena e del collo.

Con Emma questo problema non si pone, visto che si può sempre togliere lo strato intermedio per ottenere un sostegno adeguato e confortevole.

Il rivestimento del cuscino in memory foam di Emma è realizzato in 98% poliestere e 2% elastan che, oltre ad essere sfoderabile grazie alla presenza della zip, si può anche lavare fino a 40°C. Mi raccomando non lavate il rivestimento in lavatrice, bensì lasciatelo in ammollo in acqua calda calda.

Come molti di voi sanno io preferisco rivestimenti in cotone perché più freschi e anche più semplici da lavare, ma a difesa di questa fodera posso dire che è ben realizzata, come potete vedere dalle foto che ho scattato la trama del tessuto è impeccabile, stesso dicasi per il livello generale delle rifiniture.

Cuscino in memory foam Emma: test e recensione
Etichetta del cuscino Emma
Cuscino in memory foam Emma: test e recensione
Tessuto del rivestimento del cuscino Emma
Test cuscino memory foam Emma
Interno del rivestimento del cuscino emma

Occorre ricordare che un buon riposo è assicurato anche dalla salubrità del rivestimento, per questo la fodera gode di proprietà antibatteriche. Le fibre del tessuto consentono una buona regolazione della temperatura e dell’umidità al fine di contrastare la proliferazione di agenti patogeni.

Conclusioni

A mio avviso il cuscino in memory foam di Emma rappresenta un buon mix fra tecnologia e qualità dei materiali, in grado di rendere il riposo piacevole. Ho apprezzato molto la possibilità di poter scegliere con quali strati interni dormire, caratteristica che lo rende molto versatile, e in grado di accontentare sia le persone che dormono con cuscini alti, sia le persone che come me preferiscono cuscini bassi.

Se avete problemi di cervicale sicuramente questo cuscino non è la prima scelta, a questo proposito vi consiglio di leggere la mia classifica dei migliori cuscini per dolori cervicali.

Nel sito del produttore potete usare il codice PILOTTI per ottenere uno sconto sul prodotto.

Vai al produttore