in

Quale materasso scegliere per chi dorme sul fianco?

Quale materasso scegliere per chi dorme sul fianco

INDICE
1. Se dormi di lato scegli il materasso giusto
1.1 In che misura dormire su un fianco influenza il riposo?
1.2 Allineamento della colonna vertebrale
1.3 Dormire su un fianco e dolore alla spalla
1.4 Dormire su un fianco e problemi alla schiena
1.5 Quale rigidità del materasso è la migliore per chi dorme sul fianco?
2. Quale tipo di materasso è il migliore per chi dorme sul fianco?
2.1 Materassi ibridi
2.2 Materassi a molle
2.3 Materassi in lattice
2.4 Materassi in memory foam
3. Accessori importanti per dormire di lato
3.1 Cuscini
3.2 Topper
4. Quali caratteristiche deve avere il materasso per chi dorme sul fianco?
5. Domande frequenti di chi dorme di lato
5.1 Quali tipi di materasso sono i migliori per chi dorme di lato?
5.2 Quanto deve essere rigido un materasso per chi dorme sul fianco?
5.3 Qual è il materasso migliore per chi dorme sul fianco e soffre di mal di schiena?
5.4 Quale materasso è il migliore per chi dorme sul fianco e ha dolore alla spalla?
5.5 Qual è il materasso migliore per chi dorme sul fianco e ha dolore all’anca?

Se dormi di lato scegli il materasso giusto

Riposare su un fianco è considerata la posizione più comune. Dormire di lato ha anche importanti vantaggi, perché riduce il dolore alla schiena, favorisce una migliore respirazione e digestione. Chi dorme sul fianco, tuttavia, spesso avverte problemi a spalle e anche quando il materasso non offre un buon sostegno.

Le persone che dormono di lato nella maggior parte dei casi preferiscono un materasso che, tenuto conto della portanza, si adatti bene alla forma del corpo e fornisca ammortizzazione, oltre che sollievo nei punti di pressione.

In che misura dormire su un fianco influenza il riposo?

La comunità medica ha messo in luce i benefici che si ottengono quando si dorme di fianco. Non solo questa posizione migliora la respirazione, ma riduce il russare e l’apnea notturna. Può inoltre prevenire alcuni problemi neurologici e contrastare il reflusso acido. Le persone che dormono di lato in genere riescono anche a mantenere la colonna vertebrale ben allineata, purché non venga esercitata troppa pressione su collo, spalle e schiena.

Allineamento della colonna vertebrale

Allineamento della colonna vertebrale

Quando la colonna vertebrale è disallineata durante la notte, è normale avvertire mal di schiena e altri problemi al risveglio. Sebbene riposare su un fianco rappresenti la posizione maggiormente consigliata per evitare vari disagi, esistono tutta una serie di precauzioni da adottare per garantire l’allineamento della colonna vertebrale.

L’ideale sarebbe optare per un materasso in grado di offrire ammortizzazione su fianchi e spalle. Per un maggiore beneficio si consiglia inoltre di restare di lato ma con le gambe distese e un cuscino alto sotto la testa o tra le ginocchia. In ogni caso non bisogna dimenticare di mantenere il collo alto per evitare il piegamento del mento. Queste buone abitudini aiuteranno a mantenere la corretta simmetria della colonna vertebrale.

Dormire su un fianco e dolore alla spalla

Chi riposa su un fianco esercita pressione sulla spalla ed è possibile che provi dolore sul lato interessato, soprattutto se il materasso non offre un’ammortizzazione sufficiente. In queste situazioni si tende infatti a spingere la spalla verso il collo, con conseguente disallineamento della colonna vertebrale.

L’acquisto di un materasso con la giusta rigidità, tenuto conto del proprio peso corporeo, si rivela determinante per ridurre il dolore alla spalla. Il materasso dovrebbe infatti attutire e impedire che la spalla sprofondi troppo.

Dormire su un fianco e problemi alla schiena

Quando un materasso non si adatta alla forma del corpo o fornisce un buon supporto può causare un disallineamento delle articolazioni e della colonna vertebrale. Di conseguenza, i muscoli non possono rilassarsi e verranno sollecitati eccessivamente.

Un materasso con un buon livello di rigidità mantiene fianchi e spalle allineati e al contempo allevia i dolori articolari. A questo riguardo esistono materassi a portanza differenziata per offrire il necessario supporto nei punti in cui c’è maggiore sollecitazione, dipesa dalla distribuzione del peso corporeo non omogenea.

Il modo più semplice per capire quando il mal di schiena è provocato dal materasso consiste nel prestare attenzione a ciò che succede dopo il risveglio. Chi si alza con un dolore lombare, che tende poi a sparire nell’arco della giornata, con molta probabilità riposa su un letto non adatto. Un materiale reattivo, come il memory foam, riesce ad attutire i punti di pressione e fornisce al contempo il dovuto sostegno per prevenire il mal di schiena.

Quale rigidità del materasso è la migliore per chi dorme sul fianco?

I materassi sono generalmente classificati sulla base di una scala di rigidità da 1 a 10, quindi con valori che vanno da estremamente morbido a molto rigido. I modelli con rigidità media sono quelli più comuni. Per chi dorme sul fianco, la rigidità del materasso determina quanto le spalle e i fianchi affondano nel materasso.

Oltre alle preferenze personali, la rigidità del nuovo materasso andrà scelta considerando il peso corporeo e i materiali. In genere il memory foam si adatta bene alla forma del corpo, mentre il lattice offre maggiore rimbalzo. La presenza delle molle, invece, potrebbe influire sulla stabilità dell’intera struttura che nel corso del tempo sarà meno soggetta al cedimento.

Quale tipo di materasso è il migliore per chi dorme sul fianco?

Il miglior materasso per chi dorme sul fianco dovrà assicurare un supporto costante e un comfort avvolgente. I materassi oggi disponibili sul mercato variano soprattutto per i materiali selezionati, oltre che  tutta una serie di caratteristiche che possono adattarsi o meno alle specifiche esigenze.

Materassi ibridi

miglior materasso ibrido

I materassi ibridi sono quelli che combinano un supporto a molle con lastre di memory foam o lattice. Solitamente questi modelli attutiscono i punti di pressione e mantengono la colonna vertebrale allineata. Diversamente dai materassi realizzati interamente in memory foam, che limitano il flusso d’aria e trattengono il calore, quelli ibridi favoriscono il passaggio dell’aria grazie alla presenza delle molle interne. Per chi dorme sul fianco tutto questo si traduce in maggior comfort senza surriscaldamento anche nei mesi estivi.

Materassi a molle

Extra Comfort 7 zone a molle

Provvisti di un numero variabile di molle, che vengono nella maggior parte dei casi insacchettate singolarmente, i materassi a molle insacchettate possono combinare anche lastre più o meno spesse di schiuma per massimizzare il comfort. Si tratta di modelli in genere proposti a prezzi maggiormente accessibili rispetto a quelli realizzati interamente con memory foam o lattice. In molti casi le molle sono racchiuse all’interno di un box che serve a mantenere stabile la struttura e a fornire supporto lungo i bordi, così da assicurare un buon sostegno posturale quando si dorme di lato.

Materassi in lattice

miglior materasso in lattice naturale

Realizzati dalla linfa che si ricava dall’albero della gomma, i materassi in lattice naturale possono essere lavorati con il metodo Dunlop o Talalay. Nel primo caso si ottiene un lattice maggiormente resistente, mentre nel secondo un materiale più morbido. In commercio si trovano anche materassi con percentuali variabili di lattice sintetico.

Questo materiale si adatta alle forme del corpo, alleviando al contempo i punti di pressione e prevenendo la sensazione di affondare eccessivamente. Per chi dorme di lato, tutto ciò riduce il dolore alla spalla e alla schiena. C’è anche maggiore flusso d’aria intorno al corpo e una migliore regolazione della temperatura.

Materassi in memory foam

Miglior materasso in memory foam

I materassi in memory possono essere realizzati con memory foam viscoelastico, a celle aperte o in gel. La base di supporto è solitamente costruita con polyfoam ad alta densità per un maggiore supporto e durata.

Il memory foam si adatta alle forme del corpo rispondendo bene alla pressione,  ammortizzando al contempo su fianchi e spalle. Per chi dorme di lato, questi aspetti favoriscono il corretto allineamento della colonna vertebrale e riducono i  dolori muscolari.

Accessori importanti per dormire di lato

Si può sempre personalizzare il proprio materasso con accessori che rendono il riposo su un fianco maggiormente salutare e rilassante. A questo proposito è possibile scegliere cuscini e topper adeguati alle specifiche esigenze.

Cuscini

Miglior cuscino in memory foam per dolori cervicali

Quando si dorme su un fianco è sempre preferibile scegliere un cuscino sagomato per cervicale con una rigidità media o alta, in grado di sollevare a sufficienza la testa, così da mantenerla allineata al collo e alla colonna vertebrale.

In aggiunta è bene usare cuscini sottili da posizionare fra le ginocchia, che serviranno a contrastare i dolori muscolari e a favorire la circolazione del sangue. Chi dorme sul fianco, inoltre, trae beneficio dal portare le gambe leggermente verso il petto. Questo aiuta a mantenere la colonna vertebrale allineata con i fianchi.

Topper

miglior Topper in Memory foam

Un topper da posizionare sopra il materasso si rivela uno strato aggiuntivo per ottenere più comfort. Questo accessorio solitamente è realizzato in memory foam o lattice e attutisce la pressione nei punti critici, così da evitare dolore alla schiena e alle articolazioni.

Acquistare un topper in memory foam non permette di sperimentare tutti i vantaggi di un materasso composto da questo materiale, ma potrà comunque offrire un’idea sulla piacevole sensazione che si ottiene. In tutti i casi un topper garantisce buoni risultati solo quando viene posizionato su un materasso nuovo, pertanto non serve a riparare cedimenti e affossamenti della struttura.

Quali caratteristiche deve avere il materasso per chi dorme sul fianco?

A causa della maggiore pressione che viene esercitata su spalle e fianchi, ci sono considerazioni specifiche che chi dorme sul fianco dovrebbe fare nel momento in cui acquista un materasso.

Viene pertanto consigliato di comprare un modello che offra un sostegno a tutto il corpo, traspirante e in grado di garantire un buon isolamento dal movimento, oltre che la necessaria attenuazione sui punti di pressione.

Molto importante è anche la qualità dei materiali utilizzati, che influisce direttamente sulla durata di un materasso. Chi dorme su un fianco, inoltre, si troverà bene a dormire su un materasso con rigidità media.

Suggerimenti per dormire comodamente su un fianco

  • Per dormire meglio su un fianco si può posizionare un cuscino fra le ginocchia in modo da ridurre la pressione sulla zona lombare.
  • Il cuscino che invece andrà sotto la testa dovrà avere uno spessore sufficiente per dare supporto al mento.
  • Un topper in memory foam si rivela utile per rendere più confortevoli materassi con un livello di rigidità elevato.
  • Quando i bordi del materasso non offrono il dovuto sostegno si consiglia di dormire al centro.

Domande frequenti di chi dorme di lato

Domande frequenti sui materassi

Quali tipi di materasso sono i migliori per chi dorme di lato?

Le persone che sono abituate a dormire su un fianco si trovano meglio con i materassi ibridi o composti interamente in memory foam. Questi modelli offrono sostegno e in tanti casi prevengono le piaghe da decubito. Anche il lattice può essere una valida alternativa, purché sufficientemente rigido per evitare sprofondamenti.

Quanto deve essere rigido un materasso per chi dorme sul fianco?

Chi dorme su un fianco deve puntare su materassi tra il medio-morbido e il medio-rigido, ma la scelta dovrebbe sempre essere fatta tenendo conto del proprio peso. Le persone che pesano meno di 70 chilogrammi hanno bisogno di un materasso più morbido, mentre quelle sopra i 100 chili necessitano di un supporto più solido.

Qual è il materasso migliore per chi dorme sul fianco e soffre di mal di schiena?

L’allineamento della colonna vertebrale è particolarmente importante per chi dorme sul fianco ma deve fare i conti con il mal di schiena. I materassi ibridi e con diverse zone a portanza differenziata possono fornire un supporto mirato ai punti critici, quali soprattutto bacino e spalle.

Quale materasso è il migliore per chi dorme sul fianco e ha dolore alla spalla?

Chi dorme sul fianco di solito avverte dolore alla spalla, specialmente quando il materasso non riesce ad attutire la pressione, in quanto eccessivamente morbido o rigido. In queste situazioni il letto adatto dovrebbe avvolgere delicatamente intorno al punto in cui la spalla preme sul materasso, in maniera da consentire il corretto allineamento schiena. A questo riguardo un materasso ibrido, composto da uno strato di memory foam e molle insacchettate, allevia la pressione e quindi contrasta il dolore alla spalla.

Qual è il materasso migliore per chi dorme sul fianco e ha dolore all’anca?

I materassi ibridi rappresentano una buona scelta per chi dorme sul fianco e soffre di dolore all’anca. Le molle forniscono infatti supporto e favoriscono il corretto allineamento della colonna vertebrale, mentre lo strato di memory foam allevia la pressione, contrastando il dolore lombare. Posizionare un cuscino tra le ginocchia riduce in ogni caso il dolore all’anca, indipendentemente dalla rigidità del materasso.