Materasso Kipli: la recensione del fisioterapista Pierpaolo Cameli

Recensione tecnica del materasso Kipli in lattice naturale a cura del fisioterapista e osteopata dottor Pierpaolo Cameli. In questo test è stata effettuata l’analisi posturale in prima persona dal dottor Cameli che ha dormito sul materasso per 2 settimane.

Materasso Kipli: la recensione del fisioterapista Pierpaolo Cameli
Il dottor Pierpaolo Cameli testa il materasso Kipli

Quando parlo con i pazienti o con i miei amici spiego sempre quanto sia importante riposare la notte. Non parlo mai di quantità di ore di riposo, ma di qualità: avere un riposo ottimale incide sulla qualità della nostra quotidianità e sul nostro stile di vita.

C’è un guadagno di benessere psico-fisico fondamentale che fa sì che la notte vengano eliminati tutti gli scompensi posturali accumulati durante la giornata, con una vera e propria rigenerazione del nostro organismo.

Per questo, il nostro riposo deve essere accompagnato da un materasso che ci accolga nella maniera più armoniosa possibile, per rendere le nostre notti piacevoli e con un risveglio privo di dolori dovuti a posture errate mantenute durante la notte.

Da circa 10 anni mi occupo della schiena di Andrea Pilotti, autore del sito, che con le 4 ernie al disco entra di diritto tra i pazienti che hanno il maggior bisogno di un materasso ergonomico dotato di un sostegno ortopedico. In questi anni ci siamo conosciuti meglio e da tempo sono stato chiamato a rivestire il ruolo di consulente medico di questo sito.

Tornando al materasso Kipli, appena arrivato e aperto giunge subito una prima impressione positiva, dettata dall’odore piacevole del lattice naturale che riempie tutta la stanza. Il materiale naturale è una mia prerogativa nella scelta: essendoci soggetti allergici in famiglia desideravo un prodotto naturalmente antiacaro e antibatterico e che fosse il più traspirante possibile.

Materasso Kipli: la recensione del fisioterapista Pierpaolo Cameli
Analisi della lastra in lattice naturale del materasso kipli

I 3 strati che compongono il materasso Kipli sono:

  • 15 cm di lattice naturale ergonomico e forato a nido d’ape, che migliora il posizionamento del corpo e la traspirazione.
  • 5 cm di lattice naturale più morbido per migliorare il comfort del riposo.
  • 2 cm di lana biologica che aiuta la termoregolazione del corpo.

Insieme al prodotto ho ricevuto anche un coprimaterasso in cotone biologico certificato.

Materasso Kipli: la recensione del fisioterapista Pierpaolo Cameli
Analisi del rivestimento biologico del materasso kipli

Ora non resta che provarlo… sdraiandoci in posizione supina, da subito ci si rende conto che si è sdraiati su una superficie che accoglie e nello stesso tempo sostiene il nostro corpo.

Ho fatto particolare attenzione al bacino con annessa zona lombare, visto che è la zona più pesante del nostro corpo ed è quella che DEVE sprofondare maggiormente nel materasso, facendo sì che la zona lombare poggi alla perfezione senza farla affaticare e contrarre inutilmente durante la notte.

La zona lombare è la parte del nostro corpo più sollecitata durante la giornata ed è quella che maggiormente risulta dolente tra i miei pazienti, di conseguenza ha un bisogno estremo di riposare durante la notte. Devo dire che il tutto è poggiato in maniera armoniosa sul materasso ed il risultato è ottimale.

Materasso Kipli: la recensione del fisioterapista Pierpaolo Cameli
Test posturale del materasso Kipli

Nel decubito laterale (posizione sul fianco) fa breccia anche il cuscino KIPLI, anch’esso in lattice naturale, che, accogliendo la nostra cervicale, la fa rimanere in buon allineamento con tutta la colonna, e con le spalle che sprofondano nel tessuto senza produrre eccessive torsioni al corpo.

In conclusione

Dopo aver testato personalmente il materasso Kipli per oltre 2 settimane la mia opinione sul prodotto è notevolmente positiva. Ho riscontrato nel prodotto la capacità di sostenere adeguatamente anche schiene con ernie e protrusioni discali, bisognose di un presidio effettivamente ortopedico ed ergonomico.

A questo punto lascio la parola ad Andrea Pilotti che da esperto di materassi, nella sua recensione potrà indicare gli ulteriori dettagli per ciò che riguarda la qualità dei materiali e le tecnologie di lavorazione del materasso Kipli.

Vai all’offerta