Come togliere macchie di urina dal materasso

Come rimuovere le macchie di pipì dal materasso? Le tecniche, i prodotti per la pulizia, come prevenire che il materasso si sporchi.

Togliere urina materasso

Ogni genitore avrà, con tutta probabilità, dovuto affrontare il problema di bambini piccoli che bagnano il letto. Una situazione che si può verificare anche accudendo persone molto anziane o con gravi problemi di salute.

A volte, invece, è il nostro caro amico a quattro zampe e scambiare il letto per un prato. Al netto di chi sia il responsabile, l’importante è rimuovere prontamente la macchia ed evitare che l’urina possa penetrare negli strati interni. Non dobbiamo nemmeno dimenticare che un materasso macchiato potrebbe non essere più coperto da garanzia.

Andiamo a scoprire una procedura fai da te che possiamo effettuare senza particolari problemi e alcuni consigli per pulire il materasso ed eliminare il cattivo odore.

INDICE
1. Materiali necessari
2. Fai sempre una prova
3. Pulizia iniziale con aceto
3.1 Applica il detergente
3.2 Lasciare asciugare il materasso prima dell’uso
4. Quando la pipì è di animale
5. Cospargi il bicarbonato di sodio
6. Utilizza un coprimaterasso impermeabile

Materiali necessari

Per la rimozione della macchia dobbiamo procurarci:

  • 1 flacone spray vuoto;
  • bicarbonato di sodio;
  • aceto bianco;
  • perossido di idrogeno;
  • sapone liquido per piatti;
  • olio essenziale alla lavanda (facoltativo).

Il primo passo è preparare la soluzione detergente unendo circa 300 ml di perossido di idrogeno con tre cucchiai di bicarbonato di sodio e un cucchiaino da caffè di sapone per piatti. Possiamo completare il mix aggiungendo qualche goccia di olio essenziale alla lavanda o altra fragranza che preferiamo.

Quest’ultimo passaggio è facoltativo ma permette di meglio neutralizzare il cattivo odore e offrire una sensazione di maggior freschezza. Una volta uniti tutti gli ingredienti è sufficiente agitare ma senza applicare eccessiva forza, in modo da evitare che il sapone produca troppa schiuma.

Fai sempre una prova

Indipendentemente dal metodo utilizzato, prima di iniziare la pulizia è opportuno testare la soluzione detergente su una piccola porzione di materasso. Suggerimento da praticare anche con la procedura che andrò di seguito a descrivere, anche se ben difficilmente potrebbe provocare danni.

Pulizia iniziale con aceto

Prima di utilizzare il detergente fatto in casa dobbiamo trattare la macchia con aceto bianco che rappresenta un ottimo igienizzante naturale. Ricordo di non utilizzare aceto rosso che macchierebbe ulteriormente il rivestimento.

Se il materasso è appena stato bagnato dobbiamo tamponare con carta assorbente o un panno in cotone per rimuovere quanta più umidità possibile. Quando l’area è abbastanza asciutta applichiamo l’aceto bianco, lasciamo agire per qualche minuto e tamponiamo sempre con carta assorbente.

Applica il detergente

Tramite il flacone spray spruzziamo la soluzione su tutta la zona interessata a lasciamo agire per circa 10 minuti. Se dobbiamo trattare una macchia secca molto vecchia, consiglio di applicare il prodotto per almeno 20 minuti.

Sempre con un panno o carta assorbente provvediamo a tamponare (evitiamo di strofinare) e lasciamo il materasso all’aria fintantoché non risulta completamente asciutto. La procedura può essere ripetuta fino alla definitiva scomparsa della macchia.

Lasciare asciugare il materasso prima dell’uso

Per far evaporare tutta l’umidità è buona norma lasciare asciugare il materasso dalle quattro alle sei ore. Se abbiamo la possibilità di spostarlo in un luogo arieggiato oppure all’aperto magari sfruttando una bella giornata di sole, in un paio d’ore potrebbe già risultare perfettamente asciutto.

Quando la pipì è di animale

Quando la macchia di urina è stata causata da un animale domestico, la soluzione fai da te appena spiegata potrebbe non essere efficace. Il problema è che la pipì di cani e gatti presenta un odore molto forte e persistente; se in apparenza sembra sparito, in realtà l’animale è ancora in grado di percepirlo e viene spinto ad urinare nello stesso punto.

Una soluzione è impiegare un detergente enzimatico, ovvero con presenza di specifiche molecole capici di eliminare determinate sostanze. Di conseguenza dobbiamo acquistare un prodotto adatto per urina di cani e gatti.

Cospargi il bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio ha la capacità di assorbire sia umidità che cattivi odori. Quindi potrebbe essere una buona soluzione cospargerne una generosa quantità su tutta la macchia. Il bicarbonato tende a diventare granuloso man mano che assorbe l’umidità e lo possiamo rimuovere passando un aspirapolvere su tutta l’area interessata.

Utilizza un coprimaterasso impermeabile

Il coprimaterasso è, secondo la mia opinione, un accessorio indispensabile che non deve mai mancare. Solo così possiamo proteggere adeguatamente il materasso e allungare anche il suo ciclo di vita.

A maggior ragione se dobbiamo affrontare con una certa frequenza il problema della pipì a letto. In questo caso è opportuno acquistare un modello in tessuto impermeabile che evita all’urina di macchiare il rivestimento e penetrare nello strato esterno.

Bibliografia

  1. Mattress cleanliness: the role of monitoring and maintenance
  2. House-dust mites and mattresses
  3. Reduction of the mite-allergen reservoir within mattresses by vacuum-cleaning. A comparison of three vacuum-cleaning systems